Promo-aprile-per-SITO 

 

PER PREVENIRE L'OSTEOPOROSI, LA DIAGNOSI PRECOCE E' FONDAMENTALE!

L'OSTEOPOROSI si definisce come "una malattia sistemica dello scheletro, caratterizzata da ridotta massa minerale e deterioramento microstrutturale del tessuto osseo, con conseguente aumento della fragilità dell'osso e maggior rischio di fratture".

 

Dopo una certa età, una lenta perdita di minerali dall'osso è normale, o meglio fa parte delle numerose modificazioni che il nostro organismo subisce con l'invecchiamento. Se questa perdita è eccessiva e la massa ossea scende al disotto di determinati livelli (o perché per qualche motivo la perdita è più veloce della norma, o perché è continuata troppo a lungo, o perché si è partiti da un capitale di calcio scheletrico ridotto), allora si può arrivare all'osteoporosi. 

 

Un momento critico per le donne arriva con la menopausa, tanto più se precoce o chirurgica.

In assenza di precauzioni e di cure, spesso una donna di 70 anni - un'età che oggi non appare più tanto avanzata - si trova ad aver perso senza accorgersene il 30% e più della sua massa ossea adulta. Se consideriamo che le donne hanno in partenza una massa ossea minore rispetto agli uomini, aggiungiamo gli effetti della menopausa e la maggior durata della vita, ecco la prima spiegazione del perché l'osteoporosi colpisce soprattutto le donne: 1 donna su 4 contro 1 uomo su 10.

 

Come si arriva all'osteoporosi

In sintesi, il rischio di arrivare all'osteoporosi è il risultato della combinazione di tre fattori:

  • il "picco di massa ossea", cioè il nostro capitale osseo raggiunto intorno ai 25-30 anni
  • la velocità con cui procede la perdita di massa ossea che inevitabilmente inizia fra i 40 e i 50 anni, e in particolare, per le donne, a partire dalla menopausa
  • la durata di questa perdita, che dipende dalla longevità dell'individuo e che nelle donne è tanto più lunga quanto la menopausa è precoce.

Un corretto programma di prevenzione - basato su una dieta corretta e su una regolare attività fisica - può modificare sensibilmente i primi due fattori, e quindi ridurre significativamente i rischi di fratture ossee da osteoporosi.

 

I segni e i sintomi dell'osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia difficile da riconoscere: il più delle volte non dà nessun segno di sè; per questo è stata definita il "ladro silenzioso", perché ruba per anni, senza farsene accorgere, il calcio del nostro osso. Solo in alcuni casi l'osteoporosi può accompagnarsi a dolore osseo, che però spesso si confonde e si associa con i dolori determinati da un'altra malattia molto frequente negli anziani: l'artrosi. 

 

La DENSITOMETRIA OSSEA è un esame indolore in grado di rilevare la densità minerale ossea: il Medico è così in grado di diagnosticare l’Osteoporosi e monitorarne nel tempo l’evoluzione.

 

La metodica che viene impiegata al Poliambulatorio CASTELLO è quella DEXA, che offre grande capacità di definizione e precisione ed espone a una dose di radiazioni ionizzanti assolutamente trascurabile.

Viene effettuato l'esame al rachide e al femore, refertato da Medico Radiologo esperto, con apparecchiatura GE Lunar di ultima generazione.

Per tutto il mese diSETTEMBRE 2019,  per promuovere la prevenzione dell'Osteoporosi, il Poliambulatorio CASTELLO propone l'esame diDENSITOMETRIA OSSEA, effettuato sia su rachide che su femore, a € 45,00.

 

La promozione è particolarmente rivolta alle donne in PERIMENOPAUSA, cioè a tutte quelle donne che si trovano:

  • nel periodo che precede la menopausa
  • in menopausa
  • nel periodo subito successivo all'entrata in menopausa

perchè questo è il periodo migliore per poter intervenire efficacemente in caso di diagnosi di riduzione del calcio nelle ossa.

 

Chiama per informazioni e prenotazioni il numero 059 928457 oppure scrivici all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Poliambulatorio Castello © 2019