059 928457 ico telefono2

visita-oculistica

In cosa consiste la visita oculistica?

La visita oculistica inizia con la raccolta dei dati anamnestici: si individuano le abitudini del paziente, i sintomi riferiti e le principali patologie sistemiche che possono avere una certa rilevanza ai fini visivi. Nella visita oculistica di base, si svolge successivamente la valutazione della parte esterna degli occhi, per poi eseguire dei test specifici per l'acutezza visiva, la funzionalità pupillare, la motilità dei muscoli esterni dell'occhio, la misurazione della pressione interna degli occhi (tonometria) e, infine, l'esame del fondo oculare.

Sintomi a cui prestare attenzione, per i quali è necessaria una visita oculistica:

  • dolore
  • rossore
  • bruciore
  • prurito
  • lacrimazione
  • alterazioni del campo visivo
  • calo del visus
  • metamorfopsie: visione di immagini storte, con stretta correlazione con patologie della macula
  • miodesopsie (le cosidette “mosche volanti”) e fosfeni (visione di “lampi di luce”)
  • alterazioni della motilità oculare

 

Le principali patologie trattate in ambito oculistico sono:

  • infiammazione della cornea, o cheratite
  • glaucoma: subentra perlopiù con pressione oculare interna elevata (a rischio di cecità, senza trattamento medico)
  • degenerazione maculare e disturbi vascolari in genere (occlusioni venose ed arteriose)
  • distacco della retina
  • retinite pigmentosa
  • miodesopsia: visione di corpi mobili
  • sollevamento del corpo vitreo: noto come distacco del corpo vitreo, ha come sintomo frequente la visione di corpi mobili
  • cheratocono: distrofia corneale caratterizzata da un elevato astigmatismo irregolare che impedisce una buona visione; in casi estremi necessita del trapianto di cornea
  • xeroftalmia: rientrano sotto questo termine i quadri clinici delle dislacrimie che provocano secchezza oculare; tipica, insieme alla xerostomia, della sindrome di Sjögren
  • misurazione dell'acuità visiva e dei vizi refrattivi (miopia, ipermetropia, astigmatismo ed ambliopia) e loro correzione tramite la prescrizione di occhiali, lenti a contatto o mediante chirurgia refrattiva (es. correzione della curvatura della cornea tramite laser ad eccimeri)
  • cataratta: perdita di trasparenza del cristallino
  • presbiopia
  • strabismo
  • congiuntivite
  • diabete mellito: può rovinare quasi tutti i tessuti nell'occhio, più frequente però è la retinopatia diabetica
  • occhio secco


La prevenzione in oculistica è molto importante, anche in considerazione del fatto che l’aspettativa di vita è molto aumentata nel corso degli ultimi decenni e che molte patologie  oculistiche (come maculopatia, glaucoma, cataratta,  problematiche vascolari, ecc.) sono età-correlate.

In molte patologie oculistiche sono inoltre molto importanti la tempestività e l’accuratezza della diagnosi e fondamentale l’utilizzo di strumenti in grado di perfezionare la diagnosi stessa.

 

Disponibili per appuntamento:
lunedì mattina e pomeriggio

martedì pomeriggio

mercoledì mattina

giovedì mattina e pomeriggio

venerdì mattina e pomeriggio

sabato mattina

Staff Medico:

Dr. Gaetano Pozzi

Dr. Nicola Milanti
Dr. Antonino Di Leo

Dr. Francesco Ferri

 

Poliambulatorio Castello © 2018